Verso le primarie delle idee

“Primarie delle idee” per decidere il futuro di Forte Boccea. È questa la prima di varie iniziative promosse dal Comitato “Forte Boccea Bene Comune”, costituitosi in una partecipata assemblea pubblica – oltre 200 i presenti – lo scorso 18 maggio, con il contributo di associazioni, partiti e singoli cittadini del XVIII Municipio di Roma. L’intento dichiarato è impedire speculazioni edilizie e restituire a tutti Forte Boccea, che dallo scorso 4 giugno è entrato nelle disponibilità della città di Roma insieme ad altre aree militari.

Il 27 e 28 maggio, in vari punti del quartiere, tra cui via Boccea e piazza Irnerio, saranno allestiti gazebo e banchetti per invitare la cittadinanza a votare per il futuro del Forte, attraverso la compilazione di un apposito questionario. Verde pubblico, spazio per le scuole, un presidio medico, il mercato rionale, sedi per attività culturali e sociali, una “casa della pace”: sono alcuni dei possibili usi proposti negli oltre 4.000 questionari messi a disposizione dal Comitato per coloro che vorranno partecipare al voto popolare.

I risultati delle “primarie delle idee” saranno poi resi pubblici con una conferenza stampa il prossimo 21 giugno. Intanto la mobilitazione vedrà una seconda iniziativa già il 2 giugno, Festa della Repubblica, con un “flash mob”: una manifestazione spontanea a partire dalle 10:00 con una catena umana di cittadini che abbraccerà il Forte Boccea in maniera pacifica e festosa.

Annunci

I Commenti sono disabilitati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: