Dalle ex Caserme 600 milioni per Roma

Parcheggi a Prati, un nuovo mercato a Forte Boccea, un’altra sede per il municipio XIX, spazi verdi: sono queste alcune delle destinazioni dei 15 immobili del Demanio, in particolare caseme. che sono passate nella disponibilità del Campidoglio nell’ambito dei finanziamenti per Roma capitale. Grazie alla cessione di questi immobili l’amministra zione incassa seicento milioni. Guidi, presidente della commissione Bilancio: «Fondi importanti vista l’attuale situazione finanziaria». A giorni in consiglio comunale la delibera sul piano di riconversione di questi immobili.

Nuovi parcbeggi per Prati, nell’ex caserma Nazario Sauro di via Lepanto; la sede del Municipio XIX nell’ex Caserma Ulivelli (Forte Trionfale) la nuova sede del mercato di via Urbano Il (attualmente sistèinato iii strada) nel Forte Boccea. Sono alcune delle probabili destinazioni dei 15 immobili del Demanio (soprattutto cx caserme), passati nella disponibilità del Campidoglio nell’ambito dei finanziamenti per Roma Capitale.

Un’operazione annunciata già a dicembre del 2009 da Gianni Alemanno: «Questo patrimonio sarà valorizzato mediante varianti urbanistiche, che pennetteranno anche di migliorare la struttura della città e consentiranno importanti investimenti imprenditoriali ed economici – aveva chiarito il sindaco – Sarà possibile proseguire il finanziamento del piapo di rientro del debito ereditato dalle precedenti gestioni, nonché di rifinanziare la legge su Roma Capitale».

Adesso queste strutture potranno essere utilizzate per servizi pubblici, spazi verdi e altre aree a disposizione della città. Ma che, soprattutto, garantiranno al Comune fondi indispensabili a proseguire con il piano di rientro dal debito pregresso e, quindi, a varare con qualche difficoltà in meno il bilancio di previsione 2010, che deve essere approvato dal consiglio comunale entro il 31 luglio. Grazie alla cessione di questi immobili, infatti, l’amministrazione ineassa 600 milioni (di cui 500 andranno alla gestione commissariale del debito) da un fondo inimobiliare. Ai quali se ne potrebbero aggiungere altri 280-300 al termine del processo di valorizzazione.

Annunci

I Commenti sono disabilitati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: